In scena il matematico Piergiorgio Odifreddi intervalla i violini di Bach

Il docente e saggista è la voce recitante di “Verso l’infinito”, melologo con i musicisti Giovanna Polacco e Carlo De Martini in programma, data unica siciliana, mercoledì 30 marzo al Teatro Regina Margherita di Caltanissetta. Nel pomeriggio a Palazzo Moncada l’incontro con l’accademico moderato da Marcella Natale, assessore alla Cultura del Comune di Caltanissetta

Cosa hanno in comune la musica e matematica? La prima una forma d’arte, la seconda una scienza esatta, possono sembrare diametralmente opposte ma hanno in realtà molti aspetti in comune. Mercoledì 30 marzo, alle ore 21, data unica siciliana al Teatro Regina Margherita di Caltanissetta per la stagione impaginata dall‘assessore alla cultura Marcella Natale sarà proposto lo spettacolo “Verso l’Infinito”, un melologo della violinista Giovanna Polacco, sul palco insieme al collega violinista Carlo De Martini e al matematico Piergiorgio Odifreddi.
Il programma della serata prevede l’esecuzione di alcune musiche di Bach, con particolare attenzione alle celebri pagine dell’autore per violino, a 300 anni dalla loro nascita, che diventano spunto per un viaggio nel futuro della lezione del grande maestro, attraverso composizioni di autori di diverse epoche e radici geografiche che dialogano con la grande tradizione armonica e contrappuntistica del genio tedesco, che nella sua opera riassume tutta la musica che lo ha preceduto e lo succederà.

Piergiorgio Odifreddi

Musica e infinito, tradizione e innovazione, matematica e bellezza…. molti sono gli spunti offerti dai brani in programma che saranno intervallati dai brillanti interventi di Piergiorgio Odifreddi, docente di Logica matematica ed abile narratore nei territori di confine tra scienza e vita quotidiana. Il matematico, amato dal pubblico di ogni età, ripercorrerà i modi in cui filosofi, matematici e fisici hanno cercato di immaginare, rappresentare e misurare l’infinito stesso. Una ricerca che ha condotto a scoprire, di volta in volta, l’illimitato, l’incommensurabile, l’indeterminazione, ma anche la prospettiva. Poco prima dello spettacolo, mercoledì 30 marzo alle ore 18, Piergiorgio Odifreddi sarà al centro di un incontro organizzato a Palazzo Moncada e moderato da Marcella Natale, assessore alla Cultura del Comune di Caltanissetta, durante il quale risponderà alle domande e alle curiosità del pubblico.
La stagione 2021/2022 del Teatro Regina Margherita di Caltanissetta proseguirà il 7 aprile con lo spettacolo “Medea” da Jean Anouilh con Luana Toscano e Liborio Natali diretti da Sebastiano Mancuso.  Lo spettacolo “Ombre” diretto da Gaetano Aronica, inizialmente previsto per l’11 marzo, è stato ulteriormente rinviato a sabato 23 aprile.

Programma musicale

Johann Sebastian Bach (1685 -1750)
Corale dal Salmo CXXX “De profundis clamavi ad te” dalla Partita n.1 in si min. BWV 1002: “Tempo di Borea” per violino solo. Dalle 15 invenzioni per clavicembalo, Invenzione n.1 BWV 772, versione per due violini dalla Partita n.3 in mi magg. BWV 1006 “Gavotte en Rondeau” per violino solo

Ludwig van Beethoven (1770-1827)
Canone “Te solo adoro” per due voci WoO186

Georg Philipp Telemann (1681-1767)
Zirkelkanon per due violini TWV40:A103

Paul Hindemith (1895-1963)
Canone n.3 per due violini

Béla Bartók (1881-1945)
dai 44 Duetti per due violini: n 16 “Burleszk” n.26 “Ugyan édes komámasszony”n.38”Tanz”

György Ligeti (1923-2006)
Balada si joc per due violini

Luciano Berio (1925-2003)
dai 34 Duetti per due violini: n.9 “Marcello” e n.24 “Aldo” (“e si fussi pisci”)

Giovanni Sollima (1962)
Alleluja per due violini