KinEst Fest, da Zō “Red Yellow Pink” della polacca Jolanta Warpechowski, il conflitto irreversibile fra un figlio gay e una madre cattolica integralista

Il 22 giugno in calendario da Zō Centro culture contemporanee di Catania il 12° e ultimo appuntamento del festival del cinema dell’Europa centrorientale promosso dall’associazione Dolina Miru. Saranno presenti gli attori David Paul, Agnieszka Salomon e Wojciech Galzinski. In apertura il recital delle attrici Pamela Toscano e Raffaella Bella

KinEst Fest, da Zō i misteri improbabili di “Parenti” del regista polacco Grzegorz Jaroszuk

L’8 giugno in calendario da Zō Centro culture contemporanee di Catania il decimo appuntamento del festival del cinema dell’Europa centrorientale promosso dall’associazione Dolina Miru. Il film ceco-polacco stupisce per la particolare messa in scena delle relazioni familiari e delle emozioni affettive. In apertura la performance di Anthea Ipsale

“Una fuga in Egitto. Rotta virtuale per l’esilio”, il teatro tridimensionale di Turi Zinna

Dal 7 al 19 giugno nello Spazio artistico Via del Principe di Catania, Zō Centro culture contemporanee organizza, per il circuito della rete Latituini, lo spettacolo multimediale ideato e diretto da Turi Zinna con Retablo Dreamaturgy Zone. Con in mente l’idea di un teatro totale, Zinna accorpa il mondo della drammaturgia, del cinema immersivo tridimensionale a 360°, delle arti visive digitali, della musica elettronica e della tecnica teatrale

Concerto e milonga, da Zō una serata col “nuevo tango” degli argentini Tanghetto

Il 3 giugno in calendario da Zō Centro culture contemporanee di Catania un imperdibile evento dal vivo, realizzato in collaborazione con Omertango, per gli amanti della musica e per tutti i ballerini di tango argentino. Direttamente da Buenos Aires arrivano i Tanghetto in un’atmosfera tipica delle milonghe argentine

KinEst Fest, da Zō “All in. Non tutto è come sembra”, la dark comedy del polacco Michal Wegrzyn

L’1 giugno in calendario da Zō Centro culture contemporanee di Catania il nono appuntamento del festival del cinema dell’Europa centrorientale promosso dall’associazione Dolina Miru. Adatto ai giovanissimi, il film è un incontro tra i generi thriller, mind game e dark comedy. In apertura la performance di due allievi del Liceo musicale Musco di Catania

Da Zō festa africana con il live del mozambichese Venâncio Mbande Junior e del senegalese Jali Diabate

Sul palco all’aperto di SpiazZō di Zō Centro culture contemporanee di Catania, il 31 maggio l’incontro fra due culture musicali africane diverse, quella della Timbila, lo xilofono tradizionale del Mozambico suonato da Mbande Junior, e quella della Kora, l’arpa liuto della tradizione dell’Africa Occidentale suonata da Diabate. Mbande Junior in Sicilia grazie alla residenza organizzata dall’Associazione leccese di promozione sociale Quintal

Da Zō, la world music africana di Baba Sissoko riapre il palcoscenico estivo di SpiazZō

Con il concerto di uno dei grandi eredi della tradizione griot del Mali, maestro indiscusso del Tamani (in occidente conosciuto come talking drum), il 29 maggio Zō Centro culture contemporanee di Catania riapre il teatro all’aperto. L’evento fa parte di Raizes World Music Fest, rassegna di world music prodotta dalle associazioni Darshan e Zō

Umberto Palazzo e Giorgio Ciccarelli, da Zō ultimi live di primavera di ReTour fratture musicali composte

Con i concerti dei due storici cantautori rock italiani, il 27 maggio da Zō Centro culture contemporanee di Catania si chiude il cartellone di primavera della rassegna ReTour, fratture musicali composte (tornerà in estate con un nuovo ciclo di concerti), contenitore di proposte musicali nato dall’aggregazione di alcune associazioni catanesi con l’intento di proporre una ripartenza dei concerti dal vivo

KinEst Fest, da Zō “Cose per cui vale la pena urlare”, debutto della regista ungaro-rumena Cristina Grosan

Il 25 maggio in calendario da Zō Centro culture contemporanee di Catania l’ottavo appuntamento del festival del cinema dell’Europa centrorientale promosso dall’associazione Dolina Miru. In programma il film della innovativa ed originale giovane regista ungaro-rumena. In apertura la performance musicale e teatrale di Lunaspina Caruso